La Basilicata è una storia differente

Una cosa sono i fatti, che tutti vogliamo sapere con urgenza, un’altra è il racconto della Basilicata che sta venendo fuori dagli ospiti dei talk show di questi giorni amari. Io sono stanco. Stanco di sentir parlare della mia terra solo come luogo di arretratezza e di lento sviluppo. Stanco della descrizione che si sta facendo dei lucani, visti ancora come quei contadini del libro di Levi, probabilmente l’unico letto da molti dei commentatori Tv, a cui tutti vogliamo bene ma che non ci rappresentano più. La Basilicata è un’altra cosa ed è la sua gente la ricchezza più importante che ha. Mettetevelo bene in testa. La Basilicata è una storia differente ed ha voglia di farsi conoscere nella sua vera natura. Perchè la nostra bellezza è la semplicità, la voglia di fare, la fatica ed il sudore del lavoro. La nostra è una terra che accoglie le diversità. Abbiamo valori che conserviamo con orgoglio e che ci proiettano verso il futuro con più coraggio e determinazione. L’alba vista sulla spiaggia di Policoro, la sera nelle strade vecchie di Bernalda e Pisticci, il tramonto che si riflette sull’acqua limpida di Maratea, i bellissimi vicoli di Potenza, la magia dei Sassi di Matera e del Pollino, le poesie di Albino Pierro, quelle politiche di Rocco Scotellaro, le parole in rima di Vito Riviello, il cinema che la sceglie come set, i tanti lucani che nel mondo primeggiano e rendono questa terra ancora più bella. Esigiamo la verità su quanto stiamo leggendo in questi giorni, ma sappiamo bene che è anche da racconti sbagliati su di noi che dobbiamo difenderci. Con determinazione.

Annunci