Perché la bellezza vera non ha bisogno di essere urlata

Ho lasciato gli scuri alzati perché fosse la luce del sole nascente, “l’attimo della creazione” per dirla alla Rigoni Stern, a chiamarmi. Volevo godere di quel paesaggio ancora una volta, volevo prolungare la magia di ieri sera, al Teatro Comunale. Un bis del bis che vi ho cantato a metà. Un inchino grato al pubblico presente con anima e cuore ieri, al vostro entusiasmo contagioso. A Matera, alla sua indicibile meraviglia che sa di verità, discrezione, forza, silenzio. Perché la bellezza vera non ha bisogno di essere urlata.

Cristina Donà
Fonte: Facebook

Due momenti dell'alba di stamane dalla finestra dell'albergo di Matera dove ho avuto il piacere di soggiornare. Non sono…

Pubblicato da Cristina Donà su Venerdì 29 gennaio 2016

Annunci