La novità piacevole della sorpresa

“…se vi verrà fatto di scendere per una delle lunghe scale tagliate nel tufo calcareo in uno dei due baratri, non vi basterà una giornata intera e due vi sembreranno anche scarse ad una curiosità che a mano a mano si farà sempre più esigente. Questa Matera vi si rivelerà come degli spettacoli più eccezionali del pittoresco urbanistico italiano, in due sensi : nel portentoso variare delle prospettive di rupe e di abisso, e nella minuzia sorprendente e nella inesauribilità dei particolari di arte delle sue costruzioni. A chi non abbia veduto potrà sembrare enorme, assurdo, il fare accostamento fra la Matera dei Sassi e città di famosa bellezza quali Venezia o Siena; ma in ultimo la somma delle constatazioni, delle impressioni gustose, delle considerazioni non vi risulterà inferiore, fatta la proporzione dei complessi urbanistici, con in più la novità piacevole della sorpresa.”

(Giuseppe Isnardi, 1953)

Annunci